LA PALESTINA

Get Started. It's Free
or sign up with your email address
LA PALESTINA by Mind Map: LA PALESTINA

1. • La Galilea (a nord) • La Samaria (al centro) • La Guidea (a sud)

2. I luoghi di Gesù: • Betlemme (città natale di Gesù) • Nazaret (Gesù visse fino ai 30 anni e Maria ricevette la visita dell' angelo Gabriele che annunciò la nascita di suo figlio Gesù) • Gerusalemme (Gesù venne crocifisso e risorse)

3. Le case: Erano da uno o due piani Nel piano rialzato c'erano le famiglie con i piccoli animali Nel sottosuolo era scavata una grotta per mettere da parte cereali, prodotti secchi, o carni salate, conservati in otri Le cantine di case vicine comunicavano tra loro tramite stretti corridoi L'illuminazione era ricavata con lucerne ad olio in terracotta Gli adulti dormivano sulle stuoie, i bambini nelle culle appese Gli schiavi camminavano scalzi in pubblico mentre i ricchi portavano morbidi stivaletti alla moda romana

4. Usi e costumi: L'educazione era molto importante fin da piccoli ed erano educati dalla madre. Le bambine erano considerate adulte all'età di 12 anni e imparavano le attività di casa, mentre i bambini erano considerati adulti all'età di 13 anni e apprendevano dal padre un mestiere L'insegnamento: a 6 anni, i maschi si recavano alla Sinagoga per imparare a leggere, scrivere, e a fare i calcoli. Si studiava sui rotoli della Bibbia, si scriveva con bastoncini appuntiti ed il loro maestro era il rabbi I giochi si svolgevano soprattutto all'aperto ed usavano dadi, biglie, e trottole. Le bambine giocavano con bambole di legno I pasti: mangiavano pane, olive, e frutta. I bambini bevevano il latte, gli adulti il vino, e la cena era il pasto principale che finiva con la frutta secca o fresca, e solo in importanti occasioni, si consumava carne. Il pane fungeva da cucchiaio, e prima e dopo ogni pasto si ringraziava Dio per il cibo donato I vestiti erano pochi e duravano a lungo, i più costosi passavano dai genitori ai figli. Sia uomini che donne indossavano una tunica con un mantello nei giorni freddi

5. La preghiera: Era una pratica quotidiana in ogni famiglia ebraica La festa settimanale del sabato era una gioia per la gente prima di essere un obbligo Le feste principali dell'anno erano: la Pasqua in primavera, Shavuott in estate, Sukkot in autunno, e Channukkà in inverno La festa preferita dei bambini era quella dei Purim, simile al nostro Carnevale

6. Il Tempio: Era molto importante per gli ebrei, e quando loro erano ancora nomadi, riservavano Dio una tenda al centro dell'accampamento Il primo tempio stabile fu costruito dal re Salomone e distrutto dai Babilonesi. Ricostruito poi da Erode il grande, venne definitivamente distrutto da Tito Flavio Vespasiano nel 70 d.C Oggi il luogo si chiama "cupola della roccia" Il tempio di Gerusalemme era l'unico luogo sacro in cui si svolgeva il culto sacrificale e avveniva due volte al giorno: all'alba e al tramonto. Si offriva un agnello sull'altale degli olocausti. Nell'ora in cui si bruciava l'incenzo, Zaccaria si trovava all'interno del santuario mentre tutti i fedeli stavano fuori a pregare