DORIFORA DELLA PATATA

DORIFERA DELLA PATATA

Comienza Ya. Es Gratis
ó regístrate con tu dirección de correo electrónico
DORIFORA DELLA PATATA por Mind Map: DORIFORA DELLA PATATA

1. LOTTA

1.1. CHIMICO

1.1.1. VIENE SEGUITA ALLA PRIMA COMPARSA DI INFESTAZIONI VERIFICANDO CHE IN SIA IN FIORITURA

1.1.2. SE IN FIORITURA ANTICIPARE O POSTICIPARE I TRATTAMENTI

1.1.3. TRATTAMENTI

1.1.3.1. POSSONO ESSERE RIPETUTI (NECESSITA') ALTERNANDO LE SOSTANZE ATTIVE

1.1.3.2. EVITARE FENOMENI DI DESENSIBILIZZAZIONE

1.1.3.3. PRODOTTI

1.1.3.3.1. CARTAP

1.1.3.3.2. CARBARIL

1.1.3.3.3. ETOFENPROX

1.1.3.3.4. CARATTERISTICHE

1.2. BIOLOGICO

1.2.1. PRODOTTI

1.2.1.1. 1982

1.2.1.1.1. UTILIZZO DEL BACILLUS THURINGIENSIS SSP. TENEBRIONIS

1.2.1.2. 1980

1.2.1.2.1. EDOVUM PUTTLERI

1.2.1.2.2. PARASSITOIDE DELLE OVATURE

2. CICLO BIOLOGICO

2.1. INVERNO

2.1.1. SUPERA CON STADIO ADULTO

2.1.2. PROFONDITA' 20-30 CM

2.2. PRIMAVERA

2.2.1. SOPRA CON TEMPERATURA 14°C

2.2.2. ATTIVITA' TROFICA SULLA VEGETAZIONE

2.2.3. ACCOPPIAMENTO E OVIDEPONGONO (SOTTO LE FOGLIE)

2.2.3.1. 1 GENERAZIONE

2.2.3.1.1. LARVE NEONATE

2.2.3.1.2. MOLTO VORACI E CONTENGONO ATTIVITA' TROFICA

2.2.3.1.3. DANNO ALLA VEGETAZIONE GIA' INIZIATA DAGLI ADULTI

2.2.3.1.4. PRESENTI CON LE LARVE

2.2.3.2. 2 GENERAZIONE

2.2.3.2.1. LARVE MATURE (DOPO CIRCA 3 SETTIMANE)

2.2.3.2.2. SCENDONO NEL TERRENO (10 20 CM DI PROFONDITÀ')

2.2.3.2.3. ADULTI POSSONO SVERNARE NELLE REGIONI FREDDE

2.2.3.2.4. LARVALE AMBIENTI CALDI

2.2.3.3. 3 GENERAZIONE

2.2.3.3.1. DIFFICOLTÀ FORMAZIONE COMPLETA

2.3. COMPIE DA 1 A 2-3 GENERAZIONI ALL'ANNO A SECONDA DELLE CONDIZIONI AMBIENTALI

3. PIANTE OSPITANTI

3.1. PATATA

3.2. ALTRE SOLENACEE

3.3. POMODORI

4. IDENTIFICAZIONE

4.1. E' UN INSETTO ORIGINARIO DEL NORD AMERICA

4.2. IN ITALIA E' ARRIVATA DURANTE LA 2°GUERRA MONDIALE (1943)

4.3. ARRIVATA IN EUROPA ALLA FINE DEL 1800 E INIZI DEL 1900

5. DANNO

5.1. ADULTO

5.1.1. CIRCA 8-12 MM DI LUNGHEZZA

5.1.2. COLEOTTERI CON ELITRE

5.1.3. CORPO

5.1.3.1. COLORE BIANCO-GIALLASTRO SEGATE LONGITUDINALMENTE

5.1.3.1.1. 10 EVIDENTI STRISCE NERE

5.1.3.2. PROTORACE ARANCIONE-ROSSASTRO

5.1.3.2.1. "GRAFFA" NERASTRA APERTA VERSO IL CAPO

5.1.3.3. LIVREA PUNTEGGIATURE NERASTRE SPARSE

5.2. LARVA

5.2.1. CIRCA 10-15 MM DI LUNGHEZZA A MATURITA'

5.2.2. CORPO

5.2.2.1. ARANCIO-ROSSASTRO

5.2.2.2. DOPPIA FILA DI TUBERCOLI NERASTRI POSTI AI LATI DEL CORPO

5.2.2.3. LARVE OLIGOPODE, CAMPODEIFORMI

5.2.2.4. LEGGERMENTE INCURVATO E LA REGIONE ADDOMINALE PIU' ESPANSA

5.3. UOVA

5.3.1. FORMAZIONE DI TUBERI CHE RIMANGONO PICCOLI E NUMERO SCARSO

5.3.2. DEPOSTE A GRUPPI INCOLLATE SULLA SUPERFICIE FOGLIARE

5.3.3. DANNO SULLE FOGLIE

5.3.3.1. TUTTE FORME MOBILI DEFOGLIATORI

5.3.4. ELLITTICO-CILINDRICHE COLORE GIALLASTRO

5.4. PIANTE INFESTATE

5.4.1. DEFOGLIATE COMPLETAMENTE

5.4.2. TUBERI RIMANGONO PICCOLI E NUMERO SCARSO

6. LEPTINOTARSA DECEMLINEATA (SAY)

6.1. CLASSE= INSETTI

6.2. FAMIGLIA= CRISOMELIDI

6.3. ORDINE= COLEOTTERE